Filii

e da Core, questo, rimontato, finirà su Mamma! cartaceo, credo. E’ comunque un inedito.

OPS! Aggiornamento: mi comunicano che per Mamma! cartaceo il raccontino non va bene. me lo so’ bruciato.
Solo contenuti d’Alta Qualità e Totalmente Inediti per il giornale.
mea culpa. cercherò, come tutti gli altri autori, di rispettare entrambe le condizioni con qualcos’altro che sicuramente mi verrà alla penna. figurarsi se voglio sfigurà!

Info su makkox

Nasco uomo e divento rapidamente papera. Son pigro e rompicazzo, dicono. Chi non è pigro?, dico io. Mi piace scrivere storie e ficcarci i disegni in mezzo. Chi ama i fumetti si rompe i coglioni a leggermi: troppo scritto. Chi ama la narrativa si stranisce ancora prima: che so' 'sti paperelli? Ho lo stesso target di un piazzista di merde ornamentali. E questo blog qui canemucca.com
Questa voce è stata pubblicata in Long Tales e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

13 risposte a Filii

  1. eNZO scrive:

    a me (eNZO) quello che mi PIACE di Murco è che ha le SPINE sotto il CULO. Infatti non s’ASSETTA mai e ci PROVA. E poi comunque METTE in PASTO. Questo mi PIACE. Ecco perchè le SUE storielle ci HANNO i petali e gli SGRAFFI della vita. Quei PAPERI ci hanno il SANGUE tra i puntini. ciao da eNZO

  2. Giovanni scrive:

    Grazie Mak…
    Al di la del lavoro, come sempre unico, che ci hai regalato grazie per aver tolto il mio errore dalla ribalta.
    Però che culo avere un nonno somigliante a AriBelafonte.
    Io ho uno zio che somiglia a DinMartin.

  3. makkox scrive:

    oh, ma mica è vero. è tutto mockumentary.

    poi te, ti voglio bene come un figlio. come disse abramo quella volta.

  4. laura scrive:

    bastaaaaaa, non ti si può + slinguare di continuooooo!
    ecco perché ieri stavi a relax con cose nostre… :) meglio così che per la spalla da gettare ai pesci (sai che pesci arriverebbero?, belli grossi, da farci la zuppa o il cuscus…)

  5. Engelium scrive:

    e rieccole le balducci :P

    vabbè solito grande mak

  6. 'cenzino scrive:

    Lo stile.
    Di questuomo ammè mi piace assai lo stile.
    (oddio uopmo… papero…)
    Potrebbe pure dire una cippa di minchia ma mi piace come…
    lo stile, insomma, avete capito…
    Il core. Appunto.

  7. Lobo scrive:

    Makkox! Che dire che io non abbia già detto? Quali parole usare che non sappiano di già espresso, di già sentito? (che cazzo ne so?) Perchè in confronto alle tue cose la mia attitudine a raccontare mi pare così stitica? Vaffanculo và…

    p.s. Lo sai che scherzo :) sei il mio eroe.

  8. flaviano scrive:

    bisogna stare attenti a comprare gli indumenti dagli ambulanti.
    più che altro bisogna stare attenti quando a fine giornata ti svesti.
    più che altro bisogna stare attenti a non svestirsi vicino a due tondini di ferro.
    più che altro se non vuoi che tua moglie ti chieda perchè ti sei messo a saldare ringhere in camera da letto.

    eniuei, brèv!

  9. makkox scrive:

    mica ho capito sa’?
    significato deve averne perché te non sei scemo.
    io sì, spesso.

  10. flaviano scrive:

    vedi è la prova del nove della veridicità della tua storia.
    prova a vestire tutto acrilico e a spogliarti, sembrerai un albero di natale!
    io ora sono un artista affermato, come te, quindi posso permettermi la lana d’angora
    ma una volta, quando ero un poveraccio morto di fame e compravo le cose ai cinesi di paolo sarpi
    una volta, giuro, mi son tolto il pigiama ed ha fatto una fiammata!
    roba da finire come i monaci tibetani in protesta!
    non si scherza con queste cose!

  11. sergio scrive:

    Mi ci è voluto un po’ di tempo, ma poi l’ho ri-trovato e ri-letto con attenzione, il tuo lavoro intitolato “Reality sciò” del 5.4.2008, venuto in mente leggendo Ballati che qui su “Core”, tra le altre cose, parla di “fuga dalla realtà”…
    Anche tu, su Reality Sciò, tratti quell’argomento, a mio avviso in modo profondo e particolarmente ispirato, frasi in cui c’è molto spirito fumetttistico e non solo, si può estendere a parecchie altre attività creative.
    E, vena polemica, i miei pensieri vanno alle persone che reputano gli artisti fuori dalla realtà, gente incostante, inaffidabile, ma comprano dischi, vanno al cinema… e magari tra i loro più bei ricordi c’è una canzone di Battisti, un quadro di Van Gogh, una poesia, un fumetto.

    sergio

  12. Giorgio scrive:

    Eh vabbe’ Mak, che ti si deve dire?

    Magnifico come al solito.

    Boh. Non so nemmeno più come commentare, che io sono un rompipalle e qui non so su cosa romperle.

    Qui tutto torna, il senso profondo esce in maniera così leggera eppure così chiara che mi viene da dirti solo mannaggia attè! Ma come fai?

    La cosa che mi è piaciuta di più è senz’altro il paperottolo con la camicia mezza fuori dai pantaloni!

  13. MarcoCar scrive:

    Non so se questo scrool mi piace.

    Mi sta sulle palle il papero che sfugge
    Mi sta sulle palle il commerciante esoso
    mi sta sulle palle l’extracomm… rompiballe
    Anche nonno mi sta sulle palle, e non voglio dire del filodiscozia egiziano
    Perché ?
    Perché devo scegliere fino a che punto sono ipocrita.
    E questo mi rompe.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>