Non era un pappagallo.

Tutti i pirati di Este

Info su Estebans

Estebans, o Esteban, a seconda che chi lo pronuncia abbia incisivi più o meno separati, scrive e disegna. E' molto bello, ma questo non gli fa guadagnare una lira. Che importa, dice, son ricco di famiglia. Tanto da dedicarsi con calma all'illustrazione e al fumetto. Ha disegnato pirati, molte tavole di BraccioDiCulo, oltre mille illustrazioni erotiche, ha collaborato con Blue, ha due libri disegnati nel cassetto. E' molto cattivo. Ha un sito che tiene segreto, e un blog pubblico, QUESTO
Questa voce è stata pubblicata in Strip e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Non era un pappagallo.

  1. nikink scrive:

    complimònt per il ribaltamònt
    très simple, très détournant

  2. Giorgio scrive:

    …eh?

  3. rael scrive:

    Estebans ribalta le immagini comuni!
    Sembra una cartolina da collezione.
    Spero ce ne sia una serie.

    (E poi? Che fine fece il pupazzetto? Alla sua morte venne dato a un tassidermista? Il pappagallo cadde in disgrazia, senza il pupazzetto? Cosa avrebbe fatto la Scimmietta, senza Remi?)

  4. skiribilla scrive:

    Quest’uomo è magico.

  5. ned scrive:

    :):):)….bravo!!

  6. laura scrive:

    semplice ma bella!

  7. jd scrive:

    Avvertenza: Questo non è un commento, ma un pippone che vi stroncherà dopo esser sopravvisuti al caldo infernale di oggi.

    Approfitto dell’ultimo scroll proposto per fare un piccolo punto della situazione.
    Sapete bene che, se posso, evito di commentare i lavori degli autori (questo non significa io abbia i miei preferiti o le mie nemesi) e anche stavolta non faccio eccezione. La scelta su Estebans è puramente una questione logistica.

    Dicevo: approfitto, invece, per considerare un paio di cose.

    La prima è che Coreingrapho è stato segnalato da FumoDiChina. Non è la prima segnalazione cartacea, pensando all’uscita su Scuola Di Fumetto.
    Permettetemi -permetteteci, permettiamoci- un po’ di gongolamento e di piacioneria.
    Che anche noi qua dietro il quadro comandi abbiamo bisogno ogni tanto delle nostre piccole soddisfazioni.
    E se questo verrà considerato un se la suona e se la canta: pazienza.
    Nell’articolo, come potrete vedere, Loris Cantarelli segnala soprattutto il contest partito da Laura sulle scarpe e si augura che ce ne siano altri e di altrettanto valore.
    Gli rispondo sorridendo che un contest sotterraneo e strisciante fino al Còre c’è stato eccome: molti di voi han parlato della propria infanzia, della propria vita e come la vivono o l’han vissuta.
    Penso, per far due nomi a caso, a Lobo oppure a Mak con i loro ultimi lavori.
    No, niente link: scartabellate, non fermatevi sempre e solo sui soliti noti, non commentate solo per dire che bravo che sei Capo. Tirate fuori la faccia e lo stomaco, dite anche a chi conosciuto non è quanto avete apprezzato o disprezzato ciò che avete letto.
    E voi, autori sia già su Core che vogliosi di esserci, non aspettate chi ha l’esperienza tra le mani per lanciare idee o coinvolgere in progetti. Tiratele fuori queste maledette viscere. Non aspettate, soprattutto non attendetevi la manna dal cielo per nuove strade. Avete idee? Volete portarle avanti in lungo più che vederle vivere e morire il tempo di uno scroll? Fatelo. Non è di Core il mordi e fuggi. Se sei su Core devi avere il fegato di rimanerci a lungo. Non siamo una vetrina di bei vestiti di marca o di stilisti emergenti. Qua c’è da tagliare e da cucire. Qua c’è da pensare a un Flaviano che usa il disegno per commentare, per divertirsi, per parlare.
    (sembro uno stronzo-so-tutto-io? pazienza)
    (sembra un mini-insight di Sofi? Ma magari sapessi avere la bravura di Sofi)

    Concludo con una lamentela: perché su facebook Mak e Sofi continuano ad aggiungere contatti femminili mentre a me chiedono l’amicizia solo nerboruti disegnatori curvi sul tavolo da disegno???? maccheccazz…

  8. iaia scrive:

    t’aggiungo io jd!
    ..posso?

  9. jd scrive:

    ecco.
    vedete?
    basta far le lacrime di coccodrillo…

    :D

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>