Un mondo migliore /05/06/07

Tutte le strip “Un mondo migliore”



Info su Ned

Sono nato nel 1789 in piena rivoluzione francese, ho combattuto durante la prima e la seconda guerra mondiale, In Vietnam, in Corea e in Cambogia, passando per i bombardamenti in Iraq e Afghanistan…ma nessuna detonazione ha avuto un impatto così decisivo di quando vidi per la prima volta un disegno di Jacovitti…Ed è li che ho capito....ho un blog che è costantemente NON aggiornato, ma prometto di essere più presente…
Questa voce è stata pubblicata in Strip e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

42 risposte a Un mondo migliore /05/06/07

  1. Mondavarius scrive:

    Bello, questo è un fumetto! BRAVO :-)

  2. Paolo scrive:

    Mmmm…. i disegni mi piaciono molto, ma dopo aver letto la prima infornata di strisce dell’altra volta, avendo “capito” il personaggio, ormai le battute sono piuttosto scontate.
    Non lo trovo molto “coreingraphico”.

  3. ned scrive:

    grazie mondavarius..:):)…a presto

  4. ned scrive:

    ciao paolo…cerco di procedere per gradi…io vedo una striscia come un’arma a doppio taglio…con 7 striace non posso sviluppare interamente la psicologia di un personaggio e le sue manie…più in la spero di soddisfare i tuoi dubbi…riguardo al coreingraphico, beh, ognuno vede la cosa a suo modo:):)
    Grazie e a presto:):)
    N.

  5. Mondavarius scrive:

    Credimi, io lo trovo molto più qualitativamente elevato di tanta altra roba pubblicata su questo sito. E se vuoi ti dico pure perchè.

    Personalmente, ritengo che l’idea di fondo sia geniale e ci sia uno studio REALE dietro. La bambina che ha atteggiamenti piuttosto adulti verso la società mi ricorda molto gli storici Peanuts, con la differenza che i bambini di Schultz avevano una forte componente ironica ed invitavano alla riflessione sul comportamento delle persone. Queste strip sono in un certo senso più “agghiaccianti” perchè dietro la componente ironica la riflessione risulta più profonda e le conclusioni più tragiche: una bambina che risulta più adulta del suo psicologo (che, come gli adulti nelle strip di Charlie Brown, non si vede mai) e che per questo, anzichè suscitare orgoglio nei suoi genitori, viene isolata in una stanza con uno strizzacervelli che tenta in ogni modo di degradare la sua intelligenza e costringerla allo status di bambina sempliciotta che chiaramente le sta stretto. E poi aleggia l’ombra dei media, le cui manipolazioni sembrano aver mutato tutti gli altri tranne lei, che sembra aver colto i problemi di fondo proposti dai giornali e dalla TV, estrapolandoli dalle varie inutilità poste a contornarli.

    Io queste strip ce le vedrei benissimo in una rivista di fumetti. Parlo da lettore accanito e amante del genere umoristico. Di solito sono molto severo nei giudizi, ma quando qualcosa mi piace trovo giusto elogiarla. Bravo NED!

  6. ned scrive:

    che dire…grazie davvero…, l’idea di Fede è quella di una bimba che si vede normale ma che è vista dagli altri in modo anormale:)….quindi per lei esprimersi in totale libertà e talmente naturale da farlo sembrare innaturale ( alla fine, i bimbi sono gli unici esseri umani che “non mentono mai”….) il dottor X cerca di farla come dire riflettere (?) sull’idea che lei si è fatta di un Mondo Migliore:):)..
    Grazie ancora e a presto…

  7. Leon scrive:

    Ned,
    a me piace molto il tutto.
    La bimba con un certo carattere, i testi lunghi ad esaltarne il pensiero e il rapporto con lo psicologo, con cui è ovvio che i genitori di Fede si interfacciano, piuttosto che parlare direttamente a lei. L’unico appunto costruttivo che mi sento di farti è invitarti a cogliere di più l’opportunità dello scroll e ad abbandonare l’impostazione dell’altro medium, il fumetto cartaceo.
    Insomma: bravo.

    Leon

  8. Giorgio scrive:

    Continuo ad amare i disegni ma continuano a non convincermi i testi…

  9. ned scrive:

    è vero…core mi da questa possibilità, ma ho deciso di riservare lo scroll alle sequenze dei sogni di fede…ma lo userò presto:):)
    l’impostazione come dire classica è anche in omaggio alle mie strip preferite:):)…
    grazie leon…

  10. ned scrive:

    ciao giorgio…spero sempre di riuscire a convincerti…vedremo con le prossime:):) grazie cmq…

  11. Mondavarius scrive:

    Io invece trovo molto bella l’impostazione classica. D’altronde ho letto che abbiamo un “maestro” in comune: l’inarrivabile Benito Franco Jacovitti!

  12. ned scrive:

    eh si…il grande jac è stato un maestro ma ho preferito staccarmi dal suo stile proprio perchè inarrivabile…non si possono emulare i geni..credo sia meglio cercare una propria identità…ma non mi stancherò mai di dire che sono stati 5 anni davvero unici accanto a un maestro simile:)…

  13. makkox scrive:

    lo immaginavo, inizia a prendere forma nel lungo. come devono fare le strip.
    sono contento di poter leggere ned, qui.
    è nutriente.

    @monda
    ma tu hai un blog o qualcosa che mostri i tuoi fumetti. sono curioso. parli di maestro in comune con ned quindi produci.

  14. Leon scrive:

    “l’impostazione come dire classica è anche in omaggio alle mie strip preferite:):)…”

    …a dire il vero le preferisco pure io, ma qui non diciamolo e promuoviamo lo scroll, sennò Mak s’incazza…

    ancora bravo!

  15. Mondavarius scrive:

    Ok, getto la maschera, Mak. D’altronde non vedo nemmeno perchè nascondersi. Si, un sito ce l’ho anche se è molto sintetico e su cui non pubblico roba. E’ più che altro un punto di riferimento per chi volesse contattarmi. Me lo sono disegnato da me, è ancora in costruzione ma manca poco…

    puoi visitarlo cliccando http://www.salmodugno.it … e, si, sono quello :-)

  16. makkox scrive:

    a ha!
    sopresa vera.
    sei quelo!

    son contento.

  17. Mondavarius scrive:

    Beato te! XD

  18. ned scrive:

    eilà mak…se scomparso ultimamente…scommetto che stavi a napoli a comprar fumetti:):)e a disegnarli ovvio…

  19. ned scrive:

    ho visitato il sito monda…davvero divertente e si…si vede l’influenza di jac…:):)

  20. Mondavarius scrive:

    Thanks sono contento che ti piaccia. Sai che stava balenandomi in testa l’idea di aprirmi un blog come il tuo e iniziare a pubblicare on line? Non l’ho fatto sino ad ora perchè temevo che mettere in piazza le proprie idee così, senza una garanzia fosse pericoloso, ma alla fine il punto è sempre quello: chi non risica non rosica…

  21. laura scrive:

    ecchime di ritorno dal tunnel animals.
    le strisce scrollare di suo… lo scroll creativo ci deve essere quando ha senso, sennò è virtuosismo fastidioso. Ogni cosa ha la sua misura.
    la storia acquista come tute le strisce, col tempo. Ma quello che mi infastidisce è la mole del testo. un po’ noioso, lo scorro e non lo leggo tutto. maggior creatività ci vuole, nel testo, e/o molti più tagli. ecco. sennò sarebbe ottimo e per blog e per rivista, c’avevo pensato, ma deve sciogliersi, anche nel segno, che mi sembra si stia bloccando un po’. :)

  22. Mondavarius scrive:

    Beh secondo me il testo lungo si adatta a questo tipo di narrazione… non avrebbe molto senso suddividerlo in più vignette dato che l’azione, se così può chiamarsi, si svolge tra 2 soli personaggi, di cui uno solo è visibile e nello stesso luogo, nelle medesime posizioni… si moltiplicherebbero vignette tutte uguali, così alla fine il testo finirebbe per sopraffare i disegni che il lettore non guarderebbe più, tanto son tutti uguali… e sarebbe un vero peccato a mio avviso…

    l’azione statica e l’intenzione di far emergere la parlantina sciolta di Fede sono due ottime motivazioni per dei baloons un po’ prolissi… non stiamo mica leggendo Topolino in fondo, no?

  23. Rael scrive:

    no, ma poco ci manca.

  24. ned scrive:

    Questo fumetto è nato come striscia autoconclusiva in formato orizontale (tipo classico..) quindi adattato poi allo scroll di core…ripeto userò lo scroll quando sarà giusto usarlo…Il testo è una cosa che ho già spiegato nei precedenti commenti…va a seconda delle strisce…Ma poi scusa Laura, ci sono strisce di Calvin e Hobbes o Pogo o lo stesso Jacovitti che sono piene di testo, alcune tavole di Pratt in cui il testo va oltre il disegno…mica sono noiose da leggere..quando serve si mette, quando no non si mette…Naturalmente ho preso ad esempio gli autori prima citati ma non mi paragono a loro sia ben chiaro…
    Il testo è funzionale a quello che si vuole dire o comunicare…da uno psicologo, in fondo, si va per parlare:)…

    Riguardo a Topolino….magari Fede fosse come Topolino…parliamo sempre di uno dei capolavori dell’animazione e del fumetto:):)…

    N.

  25. tiziana v scrive:

    il fumetto è molto bello e i dialoghi non sono da meno…veramente geniale il mescolare realtà e irreale…complimenti!

  26. ned scrive:

    grazie tiziana…non ho idea se il fumetto sia geniale ma cmq mi diverte molto mischiare realtà e irrealtà…del resto è su questo che si basa tutto il fumetto:):)

  27. Mondavarius scrive:

    Su Topolino potevi aver ragione un tempo, caro Ned… ormai la Disney Italia è a corto di idee e le storie si assomigliano tutte ormai da un pezzo… :-)

  28. Giorgio scrive:

    Già, già…

    Sigh.

  29. ned scrive:

    senza dubbio walt era walt (riguardo l’animazione) e gottfredson era davvero geniale nel disegnare topolino…il disney italia dopo la scomparsa di romano scarpa non è più lo stesso:(…scarpa era davvero geniale…aveva un tratto unico…

  30. Giorgio scrive:

    E alè.

    E qui una volta era tutta campagna.

  31. Mondavarius scrive:

    vabè ma se mi dici che qui una volta era tutta campagna, io ti faccio notare che “non esistono più le mezze stagioni”! :-)

  32. wallyci scrive:

    Ned, come in precedenza vedo una grande qualità del disegno. I testi… beh, in effetti sono lunghini, ma credo che facciano parte del personaggio.
    E a proposito della bambina: ho voglia solo io di menarla con una spranga di ferro?
    :-)

  33. ned scrive:

    anche se usi una sprnga di ferro, Fede non sentirebbe dolore, del resto lei percepisce tutto quello di cui il mondo è pieno:)…guardala da un altro punto di vista: lei con i suoi 6 anni, riesce a capire cose che molti adulti non riescono a comprendere…forse questo te la renderà più simpatica:):)…:-)

  34. wallyci scrive:

    è solo che mi ricorda tanto la metà buona del visconte dimezzato.

  35. Atlante scrive:

    l’impostazione a tavola ostacola la lettura:
    una striscia dovrebbe restare una striscia e MAI venir adattatta in altri formati!
    la partenza è buona …peccato per quell’inciampata nella “tavola” riferita alla televisione : lo psicologo non da risposte!!!
    non ne è in grado.
    basta vedere che consigli di lettura da : le fiabe… fiabe di nome che nonostante le edulcorazioni per un pubblico infantile non perdono il loro lato SPLATTER:
    Hansel e Gretel che cuociono VIVA la strega;
    Pinocchio che fa il lavaggio del cervello ripetendo fino alla nausea: ascolta i genitori, i genitori (i grandi) non sbagliano mai…;
    Pinocchio ebbe successo per i telefilm non certo per il romanzo che tutti comprano ma non leggono come quell’ altro ben più “antico”.

    due note:
    quando si parlò di “schedare” gli estracomunitari prendendo le loro impronte digitali si scandalizzarono tutti, ma tutti si dimenticarono che noi uomini italiani veniamo TUTTI schedati!!! alla visita di leva .
    fa attenzione al lettering, ti mangi le doppie :-)

    e due per il web-design
    non mischiare l’italiano con l’inglese: se la pagina è in italiano usa l’italiano:
    Notify me of followup comments via e-mail ; submit comment… e chè vogliono dir?
    numera le tavole per capire subito la seguenza.

  36. makkox scrive:

    Atlà, torna con urgenza al CIM e notificagli che una prescrizione in milligrammi non va MAI confusa con grammi.
    Lo dico per te. Te stanno a ammazzà co’ ‘sti dosaggi.

  37. ned scrive:

    minchia…ho il mal di testa:):)
    …diciamo che anche a me piace il formato striscia ma non i dispiace il montaggio x core ( un pò quello che si faceva con le strisce nella collana OSCAR MONDADORI)…
    come ho già detto uno psicolo go che ha a che fare con un bimbo non da risposte ma cerca di comportardi come un amico…poi s gli capita una bimba come Fede….allora ha davvero difficoltà di comportamento verso il suo paziente:):)..
    Non siamo tutti schedati Atlante…il militare ora è facoltativo ma anche prima era riservato ai soli uomini e in tanti erano scartati…marcavano Neuro:)..
    Il lettering sarà cambiato presto con uno mio…farò attenzione…promesso…
    Ora torno a disegnare…grazie e a presto…

  38. rael scrive:

    ma che, gli rispondi PURE? a uno scappato dal TOS che ti dice di fare attenzione al lettering e poi scrive “estracomunitari”?

    ma s’annasse a fanculo, essù, Ned. Invece di sta’ lì a perde tempo a rispondere a ‘sto scimunito vieni a commentare noialtri. eccheccavolo.

  39. ned scrive:

    massì…almeno è divertente la sua follia…:):)

  40. Atlante scrive:

    ned alla visita di leva che tu sia scartato o meno ti prendono le impronte digitali già dal primo giorno: quindi che tu venissi scartano o no eri comunque scedato.
    io ho solo “sbagliato” a dire che siamo invece di eravamo; inoltre ho detto “noi uomini”, quindi le donne non le avevo incluse: oltre alla schedatura anche la discriminazione sessuale: noi si e loro no. (su dai ora insultatemi per aver nominato che siamo discriminati).

    x rael:
    se loro sono extracomunitari e i politici li etichettano così come li dovrei chiamare per fare riferimento alla loro “legge” di scedatura?
    una nota:
    ti ricordo che il vaffaculo e tossico che mi hai dato sono degli insulti e calunnie passibili di DENUNCIA PENALE : se vuoi un linbuaggio più “corretto del politicamente corretto” usalo per primo;
    chi ti ha dato questa CONFIDENZA ad insultarmi?!!!

    ned: io ho solo commentato le tue pseudo strisce dietro TUO invito;
    quindi non mi hai riconosciuto… la prossima volta che ci incontriamo faprò regolarmi meglio: questo ha confermato il sospetto che avevo sul signigicato che tu dai al CONCETTO di amicizia.
    se non ti garba che uno (che ne sa più di te) ti dia la sua opinione (tra l’altro da te richiesta) allora AUTOCELEBRATI.
    non è che la protagonista Fede, di cognome fa “emilio”?

    io ho detto “l’impostazione a tavola ostacola la lettura”
    che il formato (gabbia si chiama) non dispiace non ha rilevanza: stiamo parlando di lettura “della narrazione” di un fumetto, non del suo aspetto grafico; inoltre questo “formato” non permette la visualizzazione della tavola per intero nella finestra del compiuter ostacolando ulteriormente la lettura.
    resta con i tuoi amici che non dicono niente di costruttivo.

  41. rael scrive:

    urca. telefono a ghedini.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>