Il CONDOMinio /02

Qui la prima parte.

Info su cotus e leon

Un giorno un’entità superiore accusò un forte mal di pancia. Non avendo ancora creato i sanitari, si liberò in ufficio, proprio sopra una matita. E così arrivò Gas. Qualche tempo dopo, accusò un altro forte mal di pancia. Mentre era intento a pensare “cazzo, la devo smettere di bere in sequenza cappuccino caldo e Coca cola gelata”, si liberò su un libro di favole. E così arrivò anche Leon. E visto che come si sa, i simili si attraggono, un giorno si incontrarono. E nacque il felice (?) connubio. Un altro giorno, sempre l’entità superiore, si contorceva pensando “cazzo, la devo piantare con i fagioli col chili accompagnati da latte caldo schiumato” e andò per liberarsi. Ma il tutto si risolse con una sonora scureggia. E così arrivò questo blog qui. E poi anche questo.
Questa voce è stata pubblicata in Long Tales e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

36 risposte a Il CONDOMinio /02

  1. Pingback: Coreingrapho » Il CONDOMinio /01

  2. Antar scrive:

    Finalmente si rivede qualcosa da ‘ste parti [eravate tutti a comicon?].
    Un gran bel rientro, non c’è che dire.
    E, mio modesto parere, la battuta finale non è nemmeno troppo “telefonarta” ‘sta volta.
    Ho ghignato di gusto.

  3. Skiribilla scrive:

    Quella lacrima finale! E’ un mondo dur… difficile, decisamente.

  4. riccionascosto scrive:

    Da una lacrima sul viso…
    ho capito tante cose.

    (il resto ve lo risparmio, tranquilli!)

    Anni e anni di integrità… professionale gettati via così.
    Il caso è davvero una brutta bestia.

    (sghignazzo ancora)

  5. jiwaki scrive:

    Grandi! Finale col botto! L’espressione dietro gli occhiali da sole è fantastica, sto ancora ridendo.

  6. gasolina scrive:

    Da quando scrivete storie autobiografiche, siete migliorati molto!

    Sempre i miei preferiti

  7. Luis Escorial scrive:

    Masterful!!!!!!
    Love the artwork. Damn it!!!!
    For some reason I find the lady extremely erotic :)… the one without hair on the chest ok?

  8. hagler scrive:

    adesso VOGLIO il CONDOMinio/03….LO VOGLIO SUBBBBBITO..CAPITOOOOO ?
    è troppo….

  9. wallyci scrive:

    Gas, sempre meglio. Leon, il peyote non è un ansiolitico.
    ehehehe bravi, mi fate sempre ridere.

  10. Barabba scrive:

    A me non ha esaltato, però bello il segno.

  11. paoletto scrive:

    GROSSI!!!! andateglielo a dire al povero Beta….

  12. gianluca scrive:

    ma lollissimo, decisamente apprezzato,

  13. Dario scrive:

    valeva la pena disegnare bene una cosa banale? se voleva rappresentare esclusivamente un “presa per il culo” c’è riuscita bene…

  14. Gas scrive:

    LOLLISSIMO?!?!?!… la cosa grave è che so benissimo cosa vuol dire, LOL! :D

  15. makkox scrive:

    resto estasiato (sì) per la fluidità delle inquadrature e il montaggio delle vignette classiche in una situazione di web-scroll.
    fusione senza traumi e artificiosi narcisismi. non c’è un solo punto dove si esiti perché non “s’è capito bene e scusa fammi tornà un attimo indietro”.
    la posizione dei balloon (quadroons?) perfetta.
    sulla storia non mi pronuncio quasi mai.
    vorrei vedere più zozzerie dietro le quinte (ma son malato io. va bene così).

    alle europee voto Lola.
    è fica, è candidata, no?

  16. Leon scrive:

    “alle europee voto Lola.
    è fica, è candidata, no?”

    Ma si furia, viste le ultime tendenze direi di si.
    Certo co tutte ste veline non sarà facile, ma non impossibile!!

  17. Leon scrive:

    Thank you man!
    We are waiting for you!

  18. Dirk scrive:

    Io invece voto Samantha (con la “h” è irresistibile!)

  19. Leon scrive:

    Buongustaio!

  20. Giorgio scrive:

    Il disegno mi piace assai, il testo mi verrebbe da dire che si può fare di meglio. Voglio dire, i due agenti segreti con deformazione professionale sono molto divertenti, ma cercherei di non correre il rischio di finire sul “vanzinaro”…

  21. Giorgio scrive:

    ehm… “Stavano lÌ da mesi”, con l’accento sulla i…

  22. viadellaviola scrive:

    belli, che siete troppi belli!
    ma poi però ammèmmì pare che la storia si finisce troppo subito, io voglio vedere ancora!
    poi tra una storia e l’altra ci fare aspettare una quaresima…
    vabè questi son commenti da fan eh, mica critiche, ci mancasse.

    poi una cosa tennica: mi spiegate perché ci sono quei quadrati colorati? è solo un fatto di “per bellezza”? è perché il bn da solo non vi piace? c’è tutto un riferimento segreto ai colori che non colgo? perchè vi andava così? pecchè si?
    pecché?

  23. Leon scrive:

    Chiedi a Gasse, che magari attettì risponde!!!!
    Anzi ce lo chiedessi io: Gasse, pecchè? è?

    PS: ‘zie

  24. Giorgio scrive:

    Io azzardo una risposta: perché è figo così!

  25. viadellaviola scrive:

    mòccelo chiediamo in coro: Gas contaci pekké!
    però come dice giorgio qua sotto sarà semplicemente pekké gli piaceva così.
    è che io sono femmina, parlo assai, faccio troppe domande.

  26. Leon scrive:

    E’ pure che io certe cose a quello c’ho paura a chiedergliele…quello subito s’incazza…

  27. viadellaviola scrive:

    s’incazza? gesù e tu mo me lo dici?!
    allora facciamo finta di niente…

  28. gianluca scrive:

    se vuoi rico pure ROTFL

  29. Gas scrive:

    IO V’AMMAZZO!

  30. viadellaviola scrive:

    gas, tu sei cattivo.

  31. Gas scrive:

    Attenzione, questa è roba da esperti!

  32. Gas scrive:

    no, sono solo esaurito…

  33. Gas scrive:

    BRAVO, risposta esatta!
    Mi piace così forse sarà una deformazione professionale da grafico pubblicitario, i grafici di solito fanno un sacco di cose senza senso cercando di convincere i genti che dietro ci sta un iter progettuale… TUTTE STRONZATE!
    In verità una mezza idea sull’uso del colore in testa ce l’ho ma non vi dico nulla… :D

  34. Rael scrive:

    A me piace un casino che vi divertiate e non abbiate paura di farlo. E sappiate che alcun* amic* mi* apprezzano molto come usate il cliché della persona transgender. Per il disegno, oh, be’, è sparare sulla croce rossa ormai, Gas è davvero bravo. Ma voglio spendere due parole sui testi: Leon con la prima striscia di C&L è partito da una barzelletta che mio nonno dalla tomba ha tuonato “la so già” ed è arrivato a dare una storia in dialoghi. Pochissime dida e ammmè mi viene il nervosismo che io non ci riesco. Ecco. Leo, t’odio, maledetto chiacchierato.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>