Vita, Accelerazioni e Morte di Pino Pellecchia, Pirata.

Gli aneddoti pirateschi e le piccole cronache di bordo scritte da Esteban mi folgorarono appena me le fece leggere.
Erano composte da un’illustrazione, un titolo (fondamentale, non accessorio) e il testo.
Gli chiesi se poteva renderle flussi di immagini oltre che di parole.
Questa inaugura il ciclo dei Pirati di Estebans su Core (anche se c’è il muto precedente del Cambusiere che considero un pilot) ed è una cosa che m’inorgoglisce molto.
Ma è scontato: io son orgoglioso di ogni singolo piezz’e core.


Info su Estebans

Estebans, o Esteban, a seconda che chi lo pronuncia abbia incisivi più o meno separati, scrive e disegna. E' molto bello, ma questo non gli fa guadagnare una lira. Che importa, dice, son ricco di famiglia. Tanto da dedicarsi con calma all'illustrazione e al fumetto. Ha disegnato pirati, molte tavole di BraccioDiCulo, oltre mille illustrazioni erotiche, ha collaborato con Blue, ha due libri disegnati nel cassetto. E' molto cattivo. Ha un sito che tiene segreto, e un blog pubblico, QUESTO
Questa voce è stata pubblicata in Long Tales e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

22 risposte a Vita, Accelerazioni e Morte di Pino Pellecchia, Pirata.

  1. Rael scrive:

    Caro Este.
    Che dire.
    Sarebbe bello avere la forza e la dirittura morale di stilare classifiche di gradimento, azzerando in un colpo solo gioie e dolori di chiunque ami scrivere e disegnare.
    Quindi eviterò il rito del “la cosa più bella letta finora” et similia.
    Ma non mi sotrarrò al rito calviniano di baroni e visconti lanciati all’arrembaggio all’urlo di Ciurmaaa!.
    Anzi. Angelica consegna le chiavi delle catene al Comandante, ben felice di farlo.

  2. Skiribilla scrive:

    Che dire di Estebans, detto l’Erogatore di Suggestioni?

    Ognuno dirà quel che gli pare, ovvio.
    Per me, che per un certo tipo di pirati vado matta da sempre, questa serie è un gran bel regalo.

  3. wallyci scrive:

    Parli di sudore, sangue, cambuse malsane, giornate noiose che non passano mai. e lo fai con una leggerezza sorprendente. davvero bravo estebans. una storia lieve che parla di cose grevi. di solito (non su core) succede il contrario.

  4. giulia scrive:

    Mi piace quel piccolo nocciolo (semino?) di malinconia che sento in questi lavori. Che si pianta dentro, da qualche parte. Bravo.

  5. Strao scrive:

    Straordinariamente poetico, mi ha ricordato “Il vino degli straccivendoli” di Baudelaire. E vi ho rivisto la mia infanzia… un’infanzia vecchia. Un’infanzia brizzolata.

  6. Dirk scrive:

    Troppo spesso le vite accelerano in modo incontrollabile e non sempre il sapore che ne resta è quello di un semino annegato.

  7. Giallo scrive:

    Solo una piccola nota, contrabbandiere con due b. Per la storia, se posso essere sincero, non mi ha emozionato, però penso sia solo questione di gusti. Invece sono contento per il cambio di stile che si vede evolvere in estebans, mi sembra come se ad ogni nuova opera si stia avvicinando di più allo stile di core, dello scroll, etc. e questo mi piace.

  8. ReCaliscetta scrive:

    Il pirata che raccoglie il semino a me fa morire dal ridere.

  9. Rael scrive:

    pure ammè :D
    e m’ha fatto ricordare mio nonno che costruiva modellini di navi e per ogni nave che faceva, metteva a bagno un po’ di fasciame per me. e mentre lui creava la Vespucci o il Cutty Sark io avevo il mio galeone personale con le vele fatte coi fazzoletti. che poi, a ben ricordare, erano barchine semplici semplici quelle per me, ma sopra c’era il Corsaro Nero che faceva remare alla ricerca del tesoro.

  10. manu scrive:

    questa mi piaque, l’altra no.

  11. manlio3 scrive:

    ammemmi piace.

  12. Skiribilla scrive:

    Dai, pure a me ha fatto venire in mente mio nonno materno.
    E’ la prima persona di cui mi ricordi ad avermi detto di pensare ogni tanto a chi non c’è più così non sarà mai morto del tutto.

    Che poi da piccola quel “mai morto del tutto” ha scatenato varie fantasie non simpatiche, ma vabbè.

  13. Rael scrive:

    pure ammè co’ ‘sta storia del “mai morto del tutto”. ma mi sa che è un’eredità della guerra. mi sa che così non dimenticavano.

  14. Rael scrive:

    manlio! ma però non si dice ammemi!!!!!

  15. emanuelesi scrive:

    mi e’ piaciuto leggere di una vita cosi’ veloce.
    superbravo

  16. Infanzia brizzolata in trasformata di fourier scrive:

    Il nonno ma non sol’egli.. tutt’una miriade di genealogici alberi (miei e non), magari portati a luce proprio da quei semini contrapposti, mi vedo balenar fin qui, innanzi alle mie commosse gote.. oh nonno.. oh nonnino.. oh navi ed acque.. acque piangenti e rotte.. trasudanti.. acque sgocciolanti di….semini….
    e se il tuo succhiasemini, faro e viatico.. tromba che passa.. non mi fa sognar…. brucia tu… oh fuoco….

    Ti stimo assai.
    sui 30.. quasi 31..
    davvero..

  17. laura scarpa scrive:

    piaciuto sì, letto “la scoperta della lentezza?” sempre domande così ti faccio, eheh
    il sesso del cambusiere mi aveva emozionata di più, non diceva, comunicava di pancia. Questo racconto è più classico come struttura, con piccole chicche gustose come semini (che goduria i semini!) , non mi rievoca nonni nemmenounpo’ e nemmeno mare, la vita veloce piuttosto :P ma mi sollucchera l’idea di una serie :)

  18. makkox scrive:

    fidati laura. è una serie molto bella.
    cioè, sarà. appena fa i disegni.
    :)

  19. laura scarpa scrive:

    infatti mi sollucchera

  20. Gas scrive:

    Il Cambusiere mi ha lasciato perplesso ma probabilmente la mia mente primitiva non mi permette di apprezzarne le sfumature… Questa si che profuma di salsedine, mi è piaciuta molto.
    Pellecchia a 107 anni è stupendo!

    CIAOOO!!!

  21. Leon scrive:

    Anche a me è piaciuta. Mi gusta il pellecchia 47 e il pellecchia 107.
    Ma le migliori per me sono:

    1) il Capitano sputato in volto e ricoperto di semini da un giovane pellecchia
    2) la faccia e la postura del pirata chinato a raccogliere il semino.

    Mi piace assai sta serie, voglio vedere dove vai a parare. Brev’ ualiò
    Leon

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>